Prevenzione incendi

A.T.V.I. S.r.l. è attiva nella realizzazione di impianti antincendio a naspi, idranti, vasca di disgiunzione, serbatoi d'accumulo con pompe sommerse e non, installazione di serrande tagliafuoco sulle canalizzazioni aria, impianti a pioggia tipo Sprinkler, pratiche centrali termiche, torrini di estrazione fumi, ecc.

Oggi giorno come spesso si sente, gli incendi colpiscono e devastano fruttifere ed importanti attività industriali, e quando i danni alle cose o alle persone diventano consistenti è di fondamentale importanza aver adempito correttamente alle normative impartite dalle vigenti leggi.

Le disposizioni obbligatorie in merito sono numerose e spesso, purtroppo, sono inconsapevolmente ignorate sia da parte dei responsabili delle attività che da parte degli stessi dipendenti addetti alla produzione.

Per questo i Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco, negli ultimi anni, hanno giustamente assunto un comportamento sempre più rigido al fine di sensibilizzare ed istruire i tecnici che si occupano di Prevenzione Incendi od i piccoli, medi e grandi imprenditori che devono assolvere gli obblighi di Legge.

Grazie all'appoggio ed alla consulenza di tecnici espertissimi nel settore, la nostra Azienda è in grado di valutare ed assolvere tutte le esigenze delle imprese con sistemi conformi alle disposizioni di legge e progettati singolarmente per ogni tipo di attività produttiva al fine dell'ottenimento del Certificato di Prevenzione Incendi.
Palestra circolo sociale comune Ravarino
Centrale di pressurizzazione soprabattente con vasche accumulo e generatore di corrente per emergenza
Centro di Soggiorno "TABOR"
Ampio complesso situato nell'appennino Modenese composto da camere di diverse tipologie con servizio interno, sala ristorante, cucina, sala bar, sala TV, salette riunioni, sala congressi, ecc.
L'A.T.V.I. s.r.l. è anche presente nella fase successiva del C.P.I.; e cioè la manutenzione ordinaria.

La Legge correttamente impone che gli impianti e le attrezzature antincendio vengano controllati periodicamente almeno ogni 6 mesi e che almeno una volta all'anno sia effettuato un collaudo di tutto l'impianto; per questo occorre essere attrezzati con i giusti strumenti o le giuste conoscenze tecniche del settore al fine di compilare i registri interni che ogni azienda deve tenere agli atti.